La Preghiera del Cuore

di Federica Di Mascio

La preghiera è da sempre, per l’uomo, un importante momento di vicinanza e di dialogo con il divino, rappresentando anche un mezzo di conforto nei momenti difficili dell’esistenza. Pregare fa bene alla nostra anima ed ha effetti positivi anche sul nostro corpo e sul nostro stato di salute generale. La preghiera, infatti, è un momento di raccoglimento interiore in grado di riportare in equilibrio mente e anima, regalando di conseguenza uno stato di benessere anche al nostro corpo fisico. Troppo spesso, però, ci si dedica alla preghiera in modo automatico, senza essere realmente presenti con la mente e soprattutto con l’anima.

Altre volte, invece, capita di sentire dentro di noi un fortissimo desiderio di pregare, una necessità in grado di distogliere l’attenzione da ogni altra attività della vita quotidiana. In quei momenti lasciamo che sia la nostra anima e il nostro cuore a guidarci.

Ecco, appunto, la via della Preghiera del Cuore.

Questa pratica è nata nelle prime comunità cristiane, portata avanti dai padri della chiesa nel V secolo dopo Cristo e successivamente diffusasi non solo nell’Oriente cristiano, ma anche in Occidente.

Con la preghiera del cuore noi cerchiamo Dio nella profondità della nostra anima, con semplicità e amore, oltre la ragione, la volontà e qualsivoglia tecnica di preghiera ufficiale.

Uno degli insegnamenti dei padri della chiesa invitava a rendere grazie a Dio per ogni cosa, e a riconoscere in ogni cosa l’intervento divino; in un tale spirito di fiducia e abbandono diventa semplice superare tristezza e momenti di sconforto, abbandonare il materialismo e le paure che ci bloccano dal sentirci un tutt’uno con Dio. Recuperando la preghiera spontanea che nasce nel nostro cuore, ritroviamo contestualmente il divino che si trova in ognuno di noi, in uno stato di pace, serenità e completezza.

Con la preghiera del cuore è possibile realizzare questa condizione di unione con Dio e sentire dentro di noi la forza di un amore incondizionato, non solo per se stessi, ma anche per il prossimo e per tutte le creature della Terra, perché Dio si trova in ogni cosa.

Molto spesso capita di riporre le nostre aspettative di felicità in qualcosa da realizzare o da ottenere, ma in genere una volta ottenuto l’oggetto del nostro desiderio ci troviamo ad aver bisogno di qualcos’altro, in un continuo stato di insoddisfazione e in un perenne senso di incompletezza. Non riusciamo mai ad avere tutto ciò che desideriamo, dunque ci troviamo inevitabilmente ad essere infelici.

Ma se qualcosa dentro di noi cambiasse e noi riuscissimo ad essere felici, il nostro stato di benessere e la felicità raggiunta avrebbero effetti positivi anche sul mondo intorno a noi, e saremmo in grado di diffondere positività e potremmo di fatto “cambiare il mondo”. La preghiera del cuore può essere una strada da percorrere, una via per raggiungere uno stato di pace, serenità e raccoglimento, se è questo ciò di cui abbiamo bisogno. Non è importante il modo in cui si prega: si può farlo cantando, scrivendo, passeggiando o contemplando la natura, ciò che realmente importa è lo stato d’animo, la presenza del nostro cuore in ciò che diciamo. Si può pregare ogni mattina al risveglio e la sera prima di addormentarsi; in tutti i momenti della giornata e anche quando ci si sente in preda alla paura e all’angoscia, per ritrovare equilibrio e serenità. Non importa la frase che si ripete, non hanno importanza le parole scelte, ciò che conta è il sentimento, l’emozione che mettiamo nella nostra preghiera. E’ così che, cambiando noi stessi, potremo vedere il medesimo cambiamento nel mondo e in tutto ciò che ci circonda, e ciò che ci arriva sarà il riflesso di ciò che noi stessi trasmetteremo.

Perciò, ricordate sempre che “ nella preghiera è meglio avere un cuore senza parole che parole senza cuore “ (John Bunyan).

______________________________________________________________________

Per approfondimenti sulla preghiera del cuore:

La preghiera di Gesù ( Esteban de Emàus )

La preghiera del cuore ( Jean Lafrance )

Che il tuo sguardo illumini l’universo ( Padre Massimo da Qumran )



© 2020 Il Portale delle Anime.  All rights reserved.
18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti